Pensiero in Evoluzione 2021: Spazio, Ultima Frontiera

Pensiero in Evoluzione 2021: Spazio, Ultima Frontiera

Conferenza online di Divulgazione Scientifica, con Christian Lavarian e Tommaso Ghidini.

Apri il video e partecipa alla diretta!

«L’essere umano fin dalle origini è stato animato dal desiderio, rimasto immutato nel tempo e nello spazio, di sfidare l’ignoto. La fantascienza ha sempre ispirato e a volte anticipato questo cammino di conoscenza, e può essere una chiave sorprendente per leggere il futuro.
Cinquant’anni fa i primi esseri umani mettevano piede sulla Luna, e nei decenni successivi ambiziosi progetti hanno condotto a traguardi inimmaginabili grazie alla cooperazione tra le agenzie spaziali nazionali, a cui oggi si aggiungono anche quelle private.
Abitare la Luna è un obiettivo raggiungibile?
Arrivare con un equipaggio su Marte è possibile?

In collegamento con le sale dell’ESA in Olanda, Tommaso Ghidini potrebbe farci scoprire che la fantascienza è già realtà, mentre Christian Lavarian ci ricorderà quanto le scienze spaziali debbano in termini d’immaginazione irrefrenabile alla storia della fantascienza mondiale.»

Anteprima succosa dell’intervento del coordinatore della sezione astronomia del MUSE

Artemis è un programma di volo spaziale con equipaggio (in corso) portato avanti dalla NASA, da aziende di voli spaziali commerciali statunitensi e da partner internazionali come l’ESA, la JAXA e la Canadian Space Agency (CSA) con l’obiettivo di far sbarcare “la prima donna e il prossimo uomo” sulla Luna, nella regione del polo sud lunare, entro il 2024 (una missione della durata provvisoria di 25 giorni). E’ il prossimo passo verso l’obiettivo a lungo termine di stabilire una presenza autosufficiente sulla Luna, gettare le basi per le società private per costruire un’economia lunare e infine mandare gli esseri umani su Marte…per puntare poi allo spazio profondo!

“…il 2024 equivale a dopodomani in termini spaziali. La NASA dovrebbe affidare il suo equipaggio a una capsula spaziale che non è ancora stata testata per il trasporto umano, lanciata da un razzo gigante che non ha mai volato e traghettata da un lander che ancora non esiste. Gli astronauti conterebbero su un avamposto cislunare che non è stato assemblato e su tute spaziali non ancora disegnate. Insomma, le premesse non sono tra le più incoraggianti.”

Così recitavano alcuni giornali solo pochi mesi fa…intanto: i progetti collegati Moon Station, Deep Space Gateway, Orion Multi-Purpose Crew Vehicle (MPCV- Veicolo Spaziale), Mars Sample Return ecc stanno velocemente prendendo forma e sostanza con l’impegno di innumerevoli professioniste e profesionisti provenienti da ogni settore e parte del mondo; perchè l’obiettivo non è lasciare la Terra ma aiutare l’umanità e quindi il pianeta a vivere in condizioni di simbiosi e sostenibilità.

A volte quando si parla di programmi spaziali e risorse economiche, le argomentazioni di debunking si rifanno con fervore al poco impegno umano per l’ambiente e a problemi sociali più impellenti. Per sfatare alcuni miti alla base di questa apparente dualità etica, vi proponiamo:

«…il libro 📖“Terra” – seconda pubblicazione della collana “Paralleli”, presentato dalla Fondazione Demarchi – edito da Il Margine, è scritto a quattro mani da Christian Lavarian ed Elisa Piras. Con il tema “terra” questo volume si colloca all’interno di un progetto scientifico, culturale, etico e politico che ha come obiettivo la riflessione e l’assunzione di responsabilità dentro una società in accelerato mutamento. I contributi di Christian Lavarian e di Elisa Piras, ciascuno con le proprie specifiche sensibilità e competenze, introducono il lettore alle molteplici visioni umane dello spazio e del pianeta Terra. “Ci sono più pianeti nel cosmo di quanti possiamo immaginare, e supporre che la Terra sia così singolare potrebbe sembrare azzardato” scrive il fisico Lavarian argomentando su strani mondi, nuovi pianeti e sulla ricerca di vita nel cosmo attraverso l’esplorazione di forme alternative.

Parallelamente la studiosa di filosofia politica e relazioni internazionali Elisa Piras invita alla scoperta della dimensione tra noi e la terra, risorsa naturale sempre più a rischio e sfida globale contemporanea: “Da un punto di vista politico sono emersi il valore e le forme di radicamento alla terra, le logiche di potere che generano conflitti, il possesso, la terra recintata e la proprietà privata che sono l’origine della disuguaglianza; il concetto di madre terra, elemento femminile sacro, spirituale e biologico al tempo stesso, necessario in ogni rivoluzione politica. Ciò che accomuna il mito greco alla critica radicale della globalizzazione capitalista è l’idea della terra, e più in generale della natura, come espressione di un principio creatore femminile che permette la sopravvivenza delle persone e delle comunità. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, l’intervento trasformativo sulla terra è sempre un atto politico, che modifica l’ordine sociale e nello stesso tempo sovverte gli equilibri naturali.”»

Questi ed altri interessantissimi temi nel primo incontro dell’Edizione 2021 del Ciclo di Conferenze “Pensiero in Evoluzione”, ideato e promosso dalla professoressa Sonia Magnabosco e gli enti tutti. Partite con noi per la volta spaziale e in mutamento di un pensiero cosmico🚀🌍❣

Locandina Ufficiale della serata. LINK diretto al canale youtube.

Lascia un commento